Caro sindaco, state senza pensiero.

Caro sindaco, adesso vi spiego perché rimarrete ancora la vostro posto di amministratore della città di Napoli ancora per molto tempo. Prima di tutto, con il vostro permesso mi presento e vi ringrazio anticipatamente per la paziente attenzione che mi state dedicando. Sono un vecchio

Il barbiere del San Carlo

“Dottò, non perdete tempo, questa è una brutta storia”. “Scusate ma voi chi siete?” chiedo io allo strano signore che mi avvicina mentre cerco di riporre la mia macchina fotografica nella borsa. “Vi ho visto che facevate fotografie al nostro sindaco. Dunque siete un giornalista?

La linea di sangue (capitolo xx).

Non c’è dubbio su questa cosa, quelli dall’altra parte non ti rispondono mai, non ti possono rispondere, sanno bene che non ti possono rispondere. Vuoi che ti faccio un esempio ? E’ presto detto, mia nonna. Mia nonna era una donna cattiva, ma veramente cattiva, la